LE OPERE RESTAURATE

Vincitori Premio Friends of Florence Foundation

Busto reliquiario di San Miniato 
opera attribuita a Antonio Federighi, Nanni di Bartolo o Donatello
Basilica di San Miniato al Monte, Firenze

Monumento funebre del Vescovo di Fiesole Benozzo Federighi
Luca della Robbia
Chiesa di Santa Trinita, Firenze

Il miracolo dell’indemoniata guarita da un santo Vescovo, nota come l’Ossessa
Mario Balassi
Chiesa di Santa Felicita, Firenze

Crocifisso ligneo
Antonio (o Francesco) da Sangallo
Basilica della Santissima Annunziata, Firenze

Madonna della Misericordia
Bernardo Daddi
Museo del Bigallo, Firenze

2020 - V Premio Friends of Florence

La Commissione giudicatrice ha attribuito all’unanimità il Premio Friends of Florence Salone dell’Arte e del Restauro 2020 al progetto di restauro presentato dalla dott.ssa Anna Fulimeni, relativo alla scultura polimaterica quattrocentesca del “Busto reliquiario di San Miniato”, conservato ed esposto nella Basilica di San Miniato al Monte. Il premio è stato dedicato alla Memoria del Presidente del Salone Franco Sottani.
Si tratta di un’opera di eccezionale qualità, ben nota alla letteratura e variamente attribuita a Antonio Federighi, Nanni di Bartolo o Donatello, sulla base di confronti che probabilmente il restauro potrà meglio indirizzare. Lo stato di conservazione attuale risulta infatti significativamente compromesso sia per quanto riguarda i materiali costituivi del supporto sia per quanto concerne la policromia, appesantita da varie ridipinture e caratterizzata da numerosi sollevamenti del colore e della doratura.
Nella scelta la Commissione ha tenuto presente la professionalità del restauro e l’alto valore simbolico dell’immagine del Santo, tradizionalmente considerato il primo martire fiorentino, e dell’insigne luogo nel quale si conserva, che recentemente ha festeggiato i mille anni dalla sua fondazione.
In un anno oltremodo difficile quale quello che stiamo vivendo a causa della pandemia da Sars-Covd, la presentazione di ben quarantuno proposte tese a meglio trasmettere al futuro queste opere lasciateci dai nostri Padri, conforta e lascia bene sperare per il futuro del patrimonio e delle attività connesse alla sua conservazione. E dato che il futuro dovrà molto a chi bene ha operato nel passato, la Commissione ha dedicato il premio 2020, nell’affettuoso ricordo del suo impegno nel sostenere questa come molte altre iniziative a favore dell’arte e della cultura, alla memoria del Cavalier Franco Sottani.
La cerimonia di premiazione è stata organizzata in diretta streaming per consentire lo svolgimento e la partecipazione degli ospiti in sicurezza e tranquillità. Una novità che ha consentito un’ampia partecipazione.

2018 - IV Premio Friends of Florence

La Commissione giudicatrice del premio offerto dalla Fondazione no pro t Friends of Florence in occasione del Salone dell’Arte e del Restauro di Firenze 2018, riunitasi nei locali dell’Istituto Paritario Cavour Pacinotti, dopo approfondito esame dei vari progetti presentati e dopo ampia discussione, ha deciso all’unanimità di attribuire il Premio al progetto di restauro presentato dalla ditta Nike Restauro di Louis Pierelli e Gabriella Tonini, relativo al Monumento funebre del Vescovo di Fiesole Benozzo Federighi opera di Luca della Robbia, conservato nella Basilica di Santa Trinita a Firenze. Progetto presentato da Nike Restauro di Louis Pierelli e Gabriella Tonini “L’opera individuata dal progetto, conservata presso la chiesa di Santa Trinita e in mediocre stato di conservazione, risponde pienamente a quanto richiesto dal bando. La tomba in marmo e maiolica invetriata del Vescovo di Fiesole Benozzo Federighi, opera di Luca della Robbia, è infatti da considerare tra le più alte testimonianze dell’arte orentina della metà del Quattrocento, e si colloca in uno dei luoghi della città più facilmente accessibili, di modo che la collettività - come è negli intenti del premio istituito dai Friends of Florence - possa fruire con immediatezza dei risultati dell’intervento

Scarica QUI il kitpress dell'edizione 2018

2016 - III Premio Friends of Florence

La Commissione giudicatrice del premio offerto dalla Fondazione no profit Friends of Florence in occasione del Salone dell’Arte e del Restauro di Firenze 2016, riunitasi nel locali dell’Opificio delle Pietre Dure e Laboratori di Restauro di Firenze nella Fortezza da Basso, dopo approfondito esame dei vari progetti presentati e dopo ampia discussione, ha deciso all’unanimità di attribuire il Premio al progetto di restauro presentato dalla  Ditta Ardiglione di Nicoletta Marcolongo e Angela Tascioni – e da Natalia Materassi, relativo alla tela proveniente dalla chiesa di San Jacopo Sopr’Arno e ora in deposito presso la chiesa di Santa Felicita raffigurante Il miracolo dell’indemoniata guarita da un santo Vescovo, nota come l’Ossessa. Si tratta di un’opera di grandi dimensioni che si intuisce come di grande qualità, databile attorno alla metà del Seicento e presumibilmente da attribuire al pittore fiorentino Mario Balassi, ipotesi che solo il restauro potrà tuttavia precisare. Lo stato di conservazione risulta gravemente compromesso, essendo stata l’opera duramente colpita dall’alluvione di Firenze del 4 novembre 1966.

Scarica QUI il kitpress dell'edizione 2016

2014 - II Premio Friends of Florence

E’ Francesca Spagnoli la restauratrice che ha vinto il Secondo Premio Friends of Florence – Salone dell‘Arte e del Restauro 2014, con il progetto n. 20 di intervento sul Crocifisso ligneo di Antonio (o Francesco) da Sangallo ubicato nella Cappella degli Artisti (o di San Luca) nella Basilica della Santissima Annunziata di Firenze. Promosso dalla Fondazione Friends of Florence, in collaborazione con l’Associazione no profit ISTUR-CHT, il Premio è nato per sostenere, con un’erogazione di 20.000 euro, interventi di restauro, tutela e conservazione di beni culturali ubicati nella città di Firenze.

Scarica QUI il kitpress dell'edizione 2014

2012 - I Premio Friends of Florence

È Lidia Cinelli la restauratrice che ha vinto il Primo Premio Friends of Florence – Salone dell’Arte e del Restauro 2012, con il progetto di intervento sull’affresco della Madonna della Misericordia, conservato al Museo del Bigallo a Firenze. Promosso dalla Fondazione Friends of Florence, in collaborazione con l’Associazione no profit ISTUR-CHT, il Premio è nato per sostenere, con un’erogazione di 20.000 euro, interventi di restauro, tutela e conservazione di beni culturali ubicati nella città di Firenze. Il progetto presentato da Lidia Cinelli riguarda l’intervento di restauro da effettuare sull’affresco della Madonna della Misericordia. L’affresco in questione è conservato al Museo del Bigallo di Firenze. La complessa opera, attribuita alla cerchia di Bernardo Daddi 1342, contiene la fondamentale e citatissima testimonianza dell’aspetto della città nel primo XIV secolo ai piedi della Vergine. Questa figura è pregata da due schiere di piccole figure ai lati. Undici tondi si aprono sul suo mantello a rappresentare le Opere di Misericordia e, le parole scritte ai lati della Vergine si riferiscono alle azioni che la Compagnia del Bigallo svolgeva in in città.

Scarica QUI il kitpress dell'edizione 2012