Florence Heri-Tech News: Le Plenarie della Conferenza

Le Plenary Session dell'International Conference Florence Heri-Tech 2020

13 Maggio 2020  | AUDITORIUM VILLA VITTORIA h.10 

Innovation Plenary

Grande apertura con taglio del Nastro del Salone dell'Arte e del Restauro di Firenze alla presenza delle più importanti Istituzioni Fiorentine.

Presentazione di AERARIUMCHAIN e di WEREA Srl, azienda vincitrice di "Idee Vincenti" promossa dal Polihub del Politecnico di Milano

Aerariumchain.com is a project for the protection of cultural heritage. It is developed by the WEREA startup and incubated inside the Polihub; the project won in Italy the contest "Idee Vincenti 2018" sponsored by Lottomatica. Our solution is focused on preserving and enhancing cultural heritage (above all the artistic and archaeological mobile goods), adopting digital technologies such as 3D Scan, blockchain and artificial intelligence. In particular, we allow digitization (with advanced methodologies), the fast return of the asset in case of theft, the recognition of the falsified works and the use of models to allow a more probable restoration. The project foresees that in future the owner of a work of art can register it on our platform: he will have to create a 3D image of the object and insert all the certificates concerning the object. Our platform will create an Unique Virtual Image (UVI) from the 3D scan and the certificates, and will insert the Unique Virtual Image in a blockchain. Our algorithm will normalize all UVIs through a quality score, that will depend on a rating of the 3D image quality, certificates and credentials of the subject (for example higher for a museum, lower for an unknown owner). Our AI based algorithms will allow to match the 3D images inside the platform, recognizing the possible fakes or, in case of theft recovery by authorities, will permit the return to the owners in a short time. The project intends to intercept the continuous growth trend of the use of 3D reconstruction systems, developing a sophisticated AI that allows comparison between these images.

Speakers:

Giorgio Rea, Aerariumchain Team Leader. PhD in Archaeology at Université Paris-Sorbonne and Università degli Studi di Milano. Experienced archaeologist specialized in research of Roman urban contexts and Roman wall painting.

Daniele Buesich, Archaeologist specialized in Roman Provinces, expert in new technologies  applied to the investigation and dissemination of Cultural Heritage. For  several years he has been adjunct professor at the Brera Academy of Fine  Arts (Milan) and at the University of Milan. Collaborates since 2006  with the chair of Archeology of Roman Provinces - prof. M. T. Grassi  (Department of Cultural and Environmental Heritage of the University of  Milan).

 

14 Maggio 2020  | AUDITORIUM VILLA VITTORIA h.10 

European Project Plenary

Il Secondo giorno di Conferenza sarà dedicato alla presentazione dei migliori progetti europei candidati all'evento, alla presenza di un rappresentante della Commissione Europea del DG GROW.

Uno dei progetti presentati sarà STORM che nel pomeriggio del 15 maggio aggiungerà alla presentazione un'esercitazione dedicata a tutti i partecipanti della Conferenza.

Il patrimonio culturale Europeo è continuamente esposto a cambiamenti climatici e disastri naturali che ne minacciano l’integrità e che ne possono compromettere il valore. La sfida che i partner del progetto STORM cercano di affrontare è la ricerca di nuovi metodi per mitigare l’impatto di eventi climatici estremi sul patrimonio culturale. STORM promuove l’uso di metodologie collaborative eco-innovative ed economicamente vantaggiose, di nuovi modelli predittivi e di metodi diagnostici avanzati, non invasivi e non distruttivi. Obiettivo del progetto è la creazione di un insieme di processi e di strumenti nuovi e innovativi, utili ai siti culturali, alle organizzazioni, ai governi e ai cittadini di tutta Europa. I risultati attesi spaziano da azioni preventive a misure di emergenza rivolte in primo luogo alla conservazione delle strutture storiche, e includono la costruzione di una rete di conoscenze e di strumenti condivisi tra tutti i partner del progetto; si potranno in questo modo più facilmente definire proposte politiche per la mitigazione dei disastri naturali  causati dai cambiamenti climatici. STORM mira a definire, sviluppare e testare un’infrastruttura tecnologica integrata che possa supportare tutti gli attori coinvolti nelle fasi di prevenzione (per mitigare gli effetti dei fenomeni climatici), di intervento (in caso di eventi avversi), e di definizione di proposte politiche. L’infrastruttura integrata e la piattaforma sviluppate nel progetto forniscono strumenti e servizi sia a livello generale, per dare una visione globale dell’intero processo, sia a livello specifico, per promuovere il miglioramento di processi per la protezione, l’intervento e la prevenzione, nell’ottica di rendere il patrimonio culturale Europeo più reattivo nei confronti dei fattori esterni che ne possono minare l’integrità ed il valore. Il progetto si caratterizza per un approccio estremamente multidisciplinare che coinvolge diversi tipi di attori, con 5 siti pilota che rappresentano rischi e profili differenti e che includono alcuni dei beni culturali Europei più importanti in Italia, Grecia, Gran Bretagna, Portogallo e Turchia. STORM offre supporto internazionale ad ampio spettro ai soggetti coinvolti nella salvaguardia del patrimonio culturale, con particolare riferimento alla possibilità di adottare un approccio collaborativo globale per affinare i processi di innovazione volti a migliorare la reattività nei confronti dei rischi naturali.

Speakers:  Silvia Boi, Gabriele Giunta, Patrikakis Charalampos, Fabio Perossini, Maria Concetta Capua

 

15 Maggio 2020  | AUDITORIUM VILLA VITTORIA h.10 

International Forum

Il terzo giorno di Conferenza sarà dedicato a esperienze ed esponenti di spicco del settore, così da creare un matching diretto tra le proposte di progetti in Italia ed i progetti esteri.

Verrà presentato il progetto: The Mirror Word

This contribution is a wake-up call to custodians of cultural heritage to get ready and prepare for the next platform – the 3D and 4D experiences of the nascent Mirrorworld. Built upon the first generations of online experience, the sprawling communication platform of the World Wide Web, and driven by the ubiquitous reach of social networks and online gaming, the Mirrorworld will breach the glass ceiling of 2D experiences to draw us into a fully functioning 3D environment. Public institutions that manage cultural heritage for visitors, such as galleries, libraries, archives and museums (GLAMS), are ideally placed to seed the spatial communications network that will drive the new platform. Despite the formidable challenges to be surmounted, it is up to custodians of cultural heritage to become proactive in building the Mirrorworld rather than to wait for third party actors to advance commercial interests with imitation culture, simulated histories, or made-up stories. As gatekeepers of cultural artifacts, GLAMs have the capability, the experience, and even the responsibility to tell their stories forcefully, accurately and in fully-functioning 4D.

Speakers: Susan Hazan, Senior Curator of New Media, The Israel Museum, Jerusalem.  Expert European Commission, Moderator, Evaluator. Member Council Europeana.

PARTECIPARE COME VISITATORE E' GRATIS!